Stop alla zanzara tigre - Comune di Bagnara di Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - Notizie - News - Stop alla zanzara tigre  

Stop alla zanzara tigre

larva

Con l'arrivo della primavera torna con forza anche il tema della zanzara tigre.

L’insetto infatti riesce a sopravvivere durante l’inverno sotto forma di uova  , deposte in autunno nei pozzetti e nelle caditoie o in altri contenitori nei quali ristagna acqua; queste uova si schiudono in primavera dando luogo alla nascita delle prime larve.

La zanzara tigre per riprodursi predilige le piccole raccolte d'acqua  che si trovano nei sottovasi, nei bidoni lasciati in cortile, nei pozzetti, ecc dando origine a una moltitudine di focali d'infestazione.

Per contrastarne la diffusione l'Unione e tutti i Comuni della Bassa Romagna, di concerto con l'AUSL, la Polizia Municipale ed il supporto di alcune Associazioni di volontariato  , hanno avviato anche quest'anno il programma di interventi per la lotta alla zanzara tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue.

Gli interventi a carico di Unione e Comuni prevedono una serie di trattamenti e di controlli sul suolo pubblico e privato, una campagna informativa e un’apposita ordinanza emanata da tutti i Sindaci della Bassa Romagna.

Sono previste le seguenti azioni:

  • trattamenti contro le larve di zanzara nelle caditoie e nelle bocche di lupo    poste su suolo pubblico, effettuati dalla ditta incaricata (SIREB di Modena) da maggio ad ottobre;
  • eventuali trattamenti contro le zanzare adulte in siti sensibili (scuole, parchi giochi, strutture anziani…..) ma solo in caso di infestazioni intense, previo parere dell’Ausl;
  • controllo di qualità ed efficacia    dei trattamenti  che la ditta incaricata esegue nei pozzetti posti sul suolo pubblico;
  • monitoraggio    dell’infestazione mediante ovitrappole;
  • distribuzione di materiale informativo      alla popolazione (manifesti, depliant, volantini);
  • distribuzione ai cittadini di prodotto biologico      per il trattamento dei pozzetti in area privata con banchetti o con il sistema “porta a porta”. La consegna del prodotto direttamente nelle abitazioni dei cittadini è prevista nel Comune di Bagnara, a partire da giovedì  9 maggio 2013 dall'Associazione Gives;
  • nei cimiteri disponibilità di prodotto biologico  (per trattare l'acqua dei fiori freschi) e di sabbia (per riempire i sottovasi e i vasi di fiori finti);
  • sorveglianza sanitaria   ,  da parte dell’Ausl, e protocollo di intervento per la segnalazione di casi sospetti di Chikungunya e Dengue;
  • controllo delle aree private    da parte della Polizia Municipale e/o di Volontari appositamente incaricati e dell'AUSL;
  • progetti didattici    rivolti alle scuole elementari dell'Unione dei Comuni.

 

lotta-alla-zanzara-tigre

Di rilievo la risposta di molte farmacie del territorio a collaborare con l'Unione per rendere disponibile il prodotto per il trattamento dei pozzetti ad un prezzo calmierato e quindi accessibile a tutti.

I Sindaci hanno emanato un’ordinanza  che obbliga tutti i cittadini (e tutti gli amministratori di condominio, i responsabili di attività industriali, artigianali e commerciali, i responsabili di cantieri e attività di stoccaggio di materiali di recupero, gestori di depositi copertoni, conduttori di orti e vivaisti, etc) a porre in essere comportamenti e interventi volti a contrastare la diffusione della zanzara tigre.

Per questo si ricorda ai cittadini e alle imprese che è obbligatorio   evitare tutti i ristagni d’acqua   , eliminando, ad esempio tutti i recipienti dai giardini, i sottovasi, i contenitori, i teloni in plastica ove può fermarsi l'acqua, effettuare con regolare periodicità i trattamenti nelle caditoie private con specifici prodotti larvicidi e garantire che i trattamenti siano eseguiti anche durante i periodi di assenza (es durante le ferie estive).

Si segnala che se si desidera evitare la ripetizione dei trattamenti nei pozzetti è possibile utilizzare una zanzariera da posizionare molto accuratamente tra il tombino e la cornice di chiusura dello stesso  , avendo attenzione che le zanzare non possano raggiungere in alcun modo l'acqua contenuta nel tombino; questa modalità è però vivamente sconsigliata se i pozzetti sono funzionali allo scolo di seminterrati.

Anche le grondaie vanno mantenute pulite e libere da fogliame; le botti dell'orto vanno chiuse con coperchio ermetico o con una zanzariera integra e ben tesa.

Qualora i cittadini siano in difficoltà a realizzare questi trattamenti nei propri pozzetti privati è possibile rivolgersi a ditte specializzate oppure alla ditta Sireb di Modena  che è tenuta ad applicare i prezzi offerti in sede di gara.

Si ricorda infine che sono previste sanzioni amministrative per chi non rispetta le indicazioni contenute nelle ordinanze che resteranno in vigore fino al 31 ottobre.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse